Copyright @Sharktube.info - Canale Assistenza Telegram - 2021 Platform, Inc - Contact Mail

VLOG#11  Sardegna 2021 - Porto d'Agumu e Nora

VLOG#11 Sardegna 2021 - Porto d'Agumu e Nora

3 months
4 Views
Want to watch this again later?
Sign in to add this video to a playlist. Login
0 0
Category:
Description:
Porto d'AGumu

La Spiaggia Porto d'Agumu si distende all'interno del Golfo degli Angeli occidentale, non lontano dal comune di Pula, nell'insenatura poco più a sud di Nora. Si tratta di una bella spiaggia di medie dimensioni, caratterizzata da un litorale di sabbia bianco- grigia piuttosto grossolana e con ciottoli, bagnato da un mare pulito, verde e con fondali che digradano dolcemente verso il largo. In genere Porto d'Agumu è molto affollata nel periodo di alta stagione.


Nora
A partire dal VI secolo a.C. Nora, come del resto l’intera Sardegna, passò sotto l’egemonia cartaginese.
Con i Cartaginesi il sito archeologico di Nora si convertì in una città vera e propria. I nuovi abitanti costruirono abitazioni, strade, botteghe e templi per la venerazione delle divinità.
Il suo porto aprì nuove rotte commerciali e l’area urbana della città aumentò, così come i suoi abitanti.
I Fenici scelsero per primo la zona, facendone un porto d’approdo per i loro commerci. La popolazione fenicia aveva per la maggior parte mire commerciali in cerca di nuove zone dove vendere i loro prodotti. In Sardegna scelsero la località di Nora.
Dell’epoca fenicia di Nora non abbiamo molti reperti. Gli unici segni del loro passaggio si notano in alcuni buchi nel terreno per l’infissione di pali. I pali a loro volta avrebbero sorretto delle tende o altre coperture provvisorie che venivano montate per il mercato. La presenza del popolo fenicio a Nora infatti non era fissa. I Fenici frequentavano il sito solamente in alcuni periodi dell’anno.
È con l’arrivo dei Romani che Nora raggiunge la sua più grande espansione urbana e il suo massimo splendore. Le tracce del loro passaggio sono quelle più visibili oggi. I Romani ci hanno lasciato abitazioni, templi, terme e le loro straordinarie tecniche di perfetti costruttori edili.
Il percorso della visita guidata si estende su circa quattro ettari di terreno, ma Nora durante questa epoca doveva essere molto più grande, doveva occupare circa venti ettari che furono nel tempo erosi e scomparsi sotto le acque del mare.
I Romani non costruirono la città da zero ma si adattarono all’assetto urbano punico preesistente. Per questo a Nora non esistono un vero cardo e decumano, le famose strade principali di tutti i municipi romani perpendicolari tra loro. Esistono due grandi viali che attraversano la città in due direzioni. Strade aperte dai Cartaginesi che i Romani pavimentarono e adattarono secondo le loro tecniche note.
Anche per il foro, luogo di aggregazione della comunità romana, venne scelto il luogo già utilizzato dai Fenici per il mercato.
La civiltà romana se in parte si adattò agli insediamenti creati dai popoli precedenti, in parte volle lasciare il suo segno distintivo. Per questo oggi nel sito archeologico di Nora troviamo un teatro romano. Il teatro presenta due ingressi laterali e tre ingressi (oggi chiusi) nascosti sotto la cavea. Quest’ultima doveva avere almeno altri tre ordini di posti, oggi non conservati e in totale il teatro poteva ospitare sulle 1500 persone. Nella zona dello scenario oggi sono visibili due anfore per la conservazione dei cibi. Le anfore sono state ritrovate nel teatro ma appartengono al periodo di decadenza dell’epoca romana, probabilmente in questi anni il teatro venne riutilizzato come abitazione e per questo oggi vi si trovano questi oggetti per la conservazione dei cibi.


La s​abbia candida e granulosa, ​gli s​cogli ricchi di vita dominati da una torre e le rovine di civiltà antiche la rendono una meta particolare e inconfondibile. La spiaggia di Nora è una delle più famose di Pula grazie allo scenario delle vicine rovine romane. La baia è delimitata da una scogliera e dal promontorio con la splendida torre del Coltellazzo, perciò riparata dai venti. Nei giorni di forte maestrale, la spiaggia è perfetta per godersi il sole e fare il bagno in un’acqua limpidissima, con fondale basso, ideale per i bambini. Le varie sfumature di azzurro del mare invitano a piacevoli nuotate, immersioni e pesca subacquea. È accessibile a diversamente abili e confortevole grazie ad ampio parcheggio, servizi e punti di ristoro.

La spiaggia ha un altissimo valore storico: si trova in prossimità del parco archeologico di Nora. La città antica, fondata dai fenici fra il IX e l’VIII secolo a.C. Le testimonianze fenicio-puniche sono state in gran parte coperte da quelle di età romana. L’area si trova ai piedi di Capo Pula, ​antico porto, separato dalla terraferma da un istmo, approdo sicuro con qualunque vento. Sulla spiaggia si erge anche la chiesetta di sant’Efisio, secondo tradizione, luogo di martirio del santo. Qua, il 3 maggio di ogni anno passa la processione in suo onore, uno dei momenti più intensi della quattro giorni della Festa di sant’Efisio.



Buona Visione

Video Made DJi Mini 2 / Iphone 12 Pro Max
( con entrambi usato formato 4K 24fps )
Edit Video Filmora X
Music by Filmora

Comments:

Comment
Up Next Autoplay